MENU

DOMANDE e RISPOSTE frequenti sulla metodologia Rent to Buy.

A quanto ammonta e quando va pagata la commissione dell'Agente Immobiliare nella compravendita Rent to Buy?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo ovviamente distinguere due specifici casi: il Rent to Buy Originale,
realizzato con il "preliminare di compravendita collegato al contratto di locazione", ed il Rent to Buy con riscatto,
realizzato con il "contratto di godimento in funzione della successiva alienazione dell'immobile".

Nel Rent to Buy Originale si stipula un preliminare di compravendita in cui è previsto un impegno all'acquisto,
pertanto la commissione all'Agente Immobiliare, calcolata sulla vendita, va corrisposta al momento della stipula del contratto.
L'Agente avrebbe diritto anche ad una commissione sulla locazione, pari ad una mensilità del canone, ma è prassi
che tale commissione venga abbuonata.

Nel Rent to Buy con riscatto si stipula un "contratto di godimento in funzione della successiva alienazione dell'immobile"
in cui non è previsto un impegno all'acquisto ma un semplice diritto del conduttore ad acquistare.
Pertanto all' Agente Immobiliare spetta, al momento della stipula del contratto, una commissione pari ad una mensilità
del "canone di godimento", da ciascuna delle parti.
Solo nel caso in cui il conduttore eserciterà il suo diritto di acquistare, all'Agente Immobiliare dovrà essere corrisposta,
contestualmente alla stipula del rogito definitivo, la commissione sulla vendita.
Potrebbe essere pattuito che in tal caso l'Agente Immobiliare sconti dalla commissione sulla vendita la commissione
inizialmente percepita e conteggiata sul "canone di godimento mensile", fermo restando comunque il suo diritto
a non effettuare questo sconto vista la sua paziente attesa per vedere remunerato un lavoro effettuato anni prima.